Posts From Category: Eventi

I Segreti di una perfetta presentazione aziendale nel Web 4.0

Oggi ho avuto l’opportunità di far parte dell’evento di Web Marketing Strategico che si è svolto a Genova, in Via XX Settembre 41, dedicato al mondo del marketing digitale con particolare riferimento alle modalità con cui un’azienda può (o  forse deve) utilizzare le potenzialità del web 4.0 .

L’evento, rigorosamente gratuito, si è posto l’obiettivo di fornire un piccolo contributo di formazione alle conoscenze del marketing digitale da parte delle piccole imprese, siano esse commerciali, artigianali o produttive, e del mondo delle professioni.

Ad oggi l’Italia si pone nel panorama europeo nelle ultime posizioni in termini di investimenti pubblicitari nel marketing digitale. Sono fermamente convinto che questo “gap” sia principalmente culturale.
Per questo motivo ritengo utile partecipare ad eventi come questo che puntano a colmare questo gap e ad avvicinare gli imprenditori di ieri ed oggi con gli strumenti di marketing di oggi e di domani.

E’ stato un bel momento di formazione condiviso con due professionisti con cui ho piacere spesso di collaborare: Francesco Gennaro, grafico e web designer, e Davide Luzzati specializzato in presentazioni aziendali semplici ed al tempo stesso sorprendenti attraverso l’utilizzo professionale di Prezi.

Chi volesse approfondire l’argomento, può visitare il sito di Web Marketing Strategico, dove troverà la possibilità di partecipare a nuovi eventi formativi gratuiti su temi legati al marketing digitale e potrà trovare un percorso formativo dettagliato tra i più completi nel panorama ligure in questo settore.

Assinrete, la 1° assemblea nazionale di Roma

assinrete roma

Oggi gita a Roma. Il motivo è importante: dopo pochi mesi di gestazione, parte ufficialmente l’avventura di Assinrete di cui sono socio fondatore.  Oggi quindi tutti a Roma per la 1° assemblea nazionale dei soci.

Nella storica e suggestiva cornice dell’Antico Palazzo Rospigliosi, 56 degli attuali 93 associati della prima ed unica associazione nazionale di professionisti, manager ed esperti di Reti d’Imprese, hanno così concluso il percorso fondativo di una realtà, oramai di rilievo nazionale, che vede la propria presenza già su 15 regioni italiane.

Recitava una canzone di Fabrizio De Andrè “per la sola ragione del viaggio, viaggiare“.  Anche il viaggio è stato un momento importante, di racconti, di scoperte, di coesione con le persone che come me sono partite da Genova la mattina e sono rientrate a Genova la sera. Nove ore di treno sono un bell’arco di tempo in cui conoscersi, approfondire, scherzare e tornare a casa credendo di aver preso parte ad un evento importante per sè e per il motivo del viaggio.

Da domani si lavora all’interno del gruppo regionale ligure per concretizzare un impegno partito più di 2 anni fa in un’altra associazione ed ora pronto ad entrare in una fase pienamente operativa divulgando la Rete di Impresa come la novità più importante nel panorama italiano a sostegno della crescita delle imprese italiane.

Una lezione al Liceo è un improvviso flashback

Per oggi posso dire di essere prof. Sì, non è la prima volta che insegno, è vero, ma un conto è insegnare in corsi di formazione per adulti che scelgono di seguire le tue materie, un altro è insegnare (anche se solo per oggi) a una classe del Liceo Artistico Luzzati dove gli studenti sono ragazzi di 17 anni che … hanno altro per la testa.

Quando stamane ho incontrato Francesca alla stazione ferroviaria di Chiavari, le ho chiesto qualcosa sui ragazzi che avrei incontrato da lì a poco. Francesca è una delle persone che ha avviato e gestito questa iniziativa di scuola – lavoro denominata Informarte che ha come obiettivo quello di creare informazione e visibilità intorno al restauro di due casse del Maragliano site nella Cattedrale di Chiavari. Francesca è anche una bravissima fotografa professionista che ha l’arte ed il disegno nel sangue ed è stata lei a propormi questa esperienza che ho accettato volentieri.
Alle mie domande che puntavano ad avere qualche rassicurazione di chi mi sarei trovato davanti, Francesca ha risposto con disarmante sincerità: ti troverai di fronte a un muro. La cosa non mi ha tranquillizzato.

Quando mi sono trovato di fronte al muro (di ragazzi), però, è stato meglio del previsto ed il primo pensiero è andato a quando avevo la loro età ed ero al liceo. Tra me e me ho pensato: “il meglio che avrei pensato di uno che viene a farmi una lezione sul social media marketing è che se non altro avrei perso un’ora di lezione“. Figuriamoci il peggio. A quell’età si è così; è chiaro che sto generalizzando, ma a parte qualche caso illuminato in generale si è così. Tutto ciò che proviene dall’ambito scolastico è una gran rottura di …

Devo dire però che l’esperienza non è andata poi male. Certo parlare di social media con ragazzi di 17 anni ti fa sentire un po’ più vecchio di quello che sei perchè loro sono “nati digitali” io (e la mia generazione) invece ho visto partire il treno nel 1996 più o meno quando internet nasceva in Italia e ci sono rimasto attaccato con le unghie per non perderlo.
Sarà per l’argomento in sè, sarà perchè qualche idea su come tenere viva l’attenzione delle persone la conosco, hanno avuto la compiacenza di starmi a sentire, costringendo solo un paio di volte la loro vera prof a girarsi per il più classico rimbrotto scolastico: “silenzio!” e facendomi anche qualche domanda. Complimenti, la mia classe dell’86 sarebbe stata sicuramente peggio.

Mi rimane ora la curiosità di vedere come metteranno in pratica quanto detto nel loro lavoro di gruppo per comunicare e condividere il loro progetto d’arte.
Nel frattempo mi godo la mia giornata da prof.